Guadeloupe e Martinique

La Pelée (Martinica): Pagina dei Panorami QTVR - Settembre 2005

Cliccando le icone caricherete i corrispondenti panorami. Cliccate e muovete il mouse per vedere tutt'attorno a voi! Avvicinatevi (shift-key) e allontanatevi (ctrl-key).

La Pelée (Martinica): Pagina dei Panorami QTVR - Settembre 2005
Una scalata nella nebbia mattutina ci porta in cima alle nuvole al Plateau des Palmistes, presso il piccolo rifugio (a sinistra) sul bordo della Caldera de l'Etang Sec. La caldera è riempita dai duomi impressionanti delle eruzioni del 1929 (a sinistra, 1397m.s.l.m.) e del 1902 (a destra, 1362m.s.l.m.). Un erto sentiero raggiunge la cima del duomo del 1902. Appena a destra il picco scenografico del bordo calderico, Morne Lacroix (1247m.s.l.m.).
La Pelée (Martinica): Pagina dei Panorami QTVR - Settembre 2005
Morne Lacroix offre la miglior vista della Caldera de l'Etang Sec con i suoi spettacolosi duomi andesitici. Il duomo del 1929 è parzialmente nascosto dalle nubi (a sinistra, 1397m.s.l.m.) ed è il più alto, sebbene il duomo del 1902 (a destra, 1362m.s.l.m.) sembri più alto perchè più vicino. A sinistra della Caldera, Abri Mouttet (rifugio per sismometri), a destra il bordo della caldera preistorica Morne Macouba (1292m.s.l.m.) e il piccolo rifugio per turisti.
La Pelée (Martinica): Pagina dei Panorami QTVR - Settembre 2005
Camminando nel Plateau des Palmistes si raggiunge il bordo settentrionale della Caldera de l'Etang Sec proprio sotto Morne Macouba a destra. Il duomo del 1902 riempie tutta la metà settentrionale della caldera, con i suoi Dent Nord (a destra, 1330m.s.l.m.) e Dent Est (a sinistra, 1362m.s.l.m.). Il picco scenografico Morne Lacroix (1247m.s.l.m.) sorge sul bordo calderico appena a sinistra del duomo del 1902.
La Pelée (Martinica): Pagina dei Panorami QTVR - Settembre 2005
Prima di ridiscendere, ci fermiamo per un umido e caldo picnic al Monument Dufrènois (a destra, 1210m.s.l.m.) dove Roby chiede aiuto a turisti locali per telefonare all'osservatorio. Da sinistra a destra: il villaggio Saint Pierre sulla costa atlantica, il duomo del 1929 (1397m.s.l.m.), il duomo del 1902 più lontano (1362m.s.l.m.), Morne Lacroix sul bordo calderico con Morne Macouba sullo sfondo.
La Pelée (Martinica): Pagina dei Panorami QTVR - Settembre 2005
Saint Pierre: Les Ruines du Figuier. Questi magazzini sul porto non sono più stati restaurati fin da quando furono distrutti l'8 Maggio 1902 dal flusso piroclastico che alle 8h02 seppellì 58 km quadrati attorno alla città. Notate le pietre bruciate sul bordo dei muri ed il masso trascinato fin qui dalla cima del vulcano.
La Pelée (Martinica): Pagina dei Panorami QTVR - Settembre 2005
Saint Pierre: il Teatro. Un muro circolare ora protegge gli scarsi resti lasciati dalla catastrofe: la fossa rettangolare dell'orchestra davanti ai muri carbonizzati della scena. Lontano sullo sfondo al centro della scena, il vulcano riposa in attesa della prossima eruzione peleana probabile entro uno o due secoli.