Ol Doinyo Lengai

Panorami QTVR, 7 Agosto 2003

Cliccando le immagini caricate il panorama (plug-in richiesto). Clicca e muovi tutto attorno a te! Zoom in (tasto shift) e out (tasto ctrl).

Panorami QTVR, 7 Agosto 2003
Siamo sulla vetta del vulcano Lengai fra il cratere Nord attivo (al centro) e quello Sud inattivo (non visibile in questo panorama). La vista spazia sull'intera Rift Valley con i suoi numerosi vulcani. Da sinistra a destra: lo stratovulcano Kerimasi verso Sud, quindi le caldere Embakai e Olmoti più distanti (esse nascondono la famosa caldera del Ngorongoro), le Pianure del Serengeti all'orizzonte proprio sopra la ripida scarpata occidentale della Rift Valley, il Lago Natron nella foschia proprio sopra il cratere attivo Nord del Lengai, e infine i maestosi vulcani a scudo Gelai e Kitumbeine.
Panorami QTVR, 7 Agosto 2003
Abbiamo iniziato al discesa dalla vetta verso il cratere Nord attivo, seguendo Stephane (un puntino appena sotto la cima del Gelai al centro) lungo il sentiero sulla cresta della sella fra i crateri Sud e Nord. Presto la spettacolare scarpata occidentale della Rift Valley sparisce alla vista sostituita dal cratere Sud inattivo che appare sotto il vulcano a scudo Kitumbeine e lo stratovulcano Kerimasi (a destra). Fiorellini gialli in primo piano a destra tappezzano il fondo del cratere Sud, donando al nostro campeggio una piacevole atmosfera bucolica.
Panorami QTVR, 7 Agosto 2003
Il sentiero che scende dalla vetta offre viste spettacolari sul cratere Nord attivo del Lengai. Ci fermiamo qui ad ammirare il panorama alla giunzione dei sentieri che scendono dalla vetta e dal nostro campo nel cratere Sud, appena visibile a sinistra, giusto a destra del vulcano Kitumbeine che sorge dalla foschia meridiana. Il sentiero qui segue la cresta orientale del bordo del cratere del Lengai, offrendo viste perfette sulla scarpata orientale della Rift Valley dominata dal vulcano a scudo Gelai a destra.
Panorami QTVR, 7 Agosto 2003
Raggiungiamo Stephane sulla cima dell'hornito T57B per ammirare lo spettacolare hornito T56B fumante: a causa dell'umidità atmosferica, la cenere fresca e nera presto imbianca, disegnando eleganti strie radiali sui fianchi perfettamente conici. Alla sua sinistra, il nerissimo hornito T58B ha appena finito un'eruzione parossistica. L'intero cratere Nord del Lengai è visibile in questo panorama. Da sinistra a destra: il trabocco lavico sul bordo orientale appena sotto il vulcano Kitumbeine all'orizzonte; gli hornitos piramidali T45, T37B e T37 e l'aguzzo hornito T47 proprio sotto la vetta del Lengai; l'hornito T40 parzialmente nascosto da Stephane; il cratere C sul bordo nord del cratere proprio fra Stephane e il vulcano Gelai all'orizzonte.